Uefa Nations League – Come funziona

La UEFA Nations League, chiamata anche Lega delle nazioni, è un torneo calcistico con cadenza biennale, che si svolge tra le Nazionali affiliate alla confederazione europea. La prima edizione ha aperto i battenti nel settembre 2018, dopo il Mondiale. Per la sua struttura, la competizione ridurrà il numero delle amichevoli internazionali tra nazionali europee previste dal calendario della FIFA. Oltre all’assegnazione del titolo, la Nations League, quando previsto, determinerà alcune delle partecipanti al campionato d’Europa (a cominciare dall’edizione 2020). Il format e il calendario della Lega delle Nazioni UEFA è stato ufficialmente approvato dal Comitato Esecutivo dell’UEFA il 4 dicembre 2014.

Come funziona?

Le 55 squadre nazionali affiliate all’UEFA sono state per la prima edizione ripartite in 4 leghe in base al Coefficiente nel ranking UEFA per Nazionali. Per le edizioni successive alla prima la composizione delle quattro leghe è determinata con un meccanismo di promozioni/retrocessioni. Le squadre di ciascun girone si affrontano l’un l’altra in gare di andata e ritorno, che si svolgono tra settembre e novembre dell’anno precedente alla fase finale del torneo (quindi in un anno pari, essendo la fase finale fissata in un anno dispari).

 

Lega A: le prime 12 Nazionali secondo il ranking UEFA (suddivisa in 4 gironi da 3 squadre)

Nella Lega A, le migliori 12 Nazionali si sfidano per ottenere il titolo di campione del torneo. Le squadre vincitrici dei 4 gironi della Lega A si qualificano per la Final Four (ossia la fase finale), che è disputata a eliminazione diretta a gara secca (con semifinali stabilite tramite sorteggio e la finale) nel mese di giugno di un anno dispari, e la vincitrice della finale viene proclamata campione della lega. Le partite della final four vengono disputate in uno dei quattro paesi delle finaliste scelto dopo la fine della fase a gironi.

Lega B: le successive 12 Nazionali alla  (anch’essa con 4 gironi da 3 squadre)

Lega C: le successive 15 Nazionali(composta da 1 girone da 3 squadre e da 3 gironi da 4 squadre)

Lega D: le restanti 16 Nazionali (formata da 4 gironi da 4 squadre).

I gironi della lega A prevedono 3 squadre e quindi 6 partite in tutto per ciascun girone, disputate a gruppi di due, a pochi giorni di distanza, nei mesi di settembre, ottobre e novembre. In tutte le leghe sono previsti dei meccanismi di promozione e retrocessione: in ciascuna di esse, le 4 vincitrici dei rispettivi gironi (ad eccezione della Lega A) vengono promosse nella Lega superiore, mentre le 4 squadre classificatesi all’ultimo posto nei rispettivi gironi (ad eccezione della Lega D) retrocedono nella Lega inferiore. Questo significa che in ciascun gruppo di due partite solo una delle tre squadre di un girone disputa entrambe le partite, mentre le altre 2 squadre ne disputano solo una. Per avere un impegno equilibrato tra le squadre del girone, quelle per cui è prevista una sola partita disputano un incontro amichevole con altre squadre nella stessa situazione di altri gironi della lega A. Questo significa che tecnicamente il numero di partite amichevoli viene significativamente ridotto ma non annullato; inoltre, la collocazione di queste amichevoli in parallelo con lo svolgimento di un torneo competitivo dovrebbe comunque accrescerne l’importanza e stimolare la motivazione a ben fare.

EURO 2020

La Lega delle Nazioni UEFA è inoltre connessa, quando si svolge nel biennio che termina nell’anno previsto per esso, con le qualificazioni all’europeo di calcio. In particolare la nuova competizione mette in palio quattro posti per le fasi finali dello storico torneo continentale. La competizione e gli emendamenti proposti al format delle qualificazioni, applicati a partire da EURO 2020. Ciascuna Lega del nuovo torneo ha diritto ad una squadra qualificata a testa per l’europeo. Per stabilire quali saranno, nel mese di marzo dell’anno dell’europeo vengono disputati quattro play-off separati (uno per ogni Lega), a cui prendono parte le vincitrici dei 4 gironi di ciascuna Lega, per un totale di 16 squadre coinvolte. Se la vincitrice di un girone si è già qualificata di diritto all’europeo tramite il classico torneo di qualificazione, allora viene sostituita dalla prima squadra non qualificata con il ranking più alto limitatamente alla Lega d’appartenenza; nel caso limite in cui tutte le squadre di una determinata Lega dovessero risultare già qualificate, si procede a valutare quelle della Lega immediatamente inferiore, fino ad esaurimento dei posti assegnabili. I play-off si disputano esattamente come la Final Four del torneo, ma con la differenza che gli accoppiamenti delle semifinali sono predeterminati (secondo i risultati dello stesso torneo conclusosi l’anno precedente, anno per l’appunto dispari), con la 1ª miglior classificata che incontra la 4ª e la 2ª che affronta la 3ª, le due vincenti si affrontano poi nella finale del play-off; le vincitrici delle finali dei quattro play-off si qualificano per la fase finale dell’europeo.